Christopher Albert Sims

Economista americano premiato con il Premio Nobel nel 2011 insieme a Thomas John Sargent, Christopher Albert Sims ha ottenuto un gran numero di riconoscimenti per i suoi studi di economia.

Christopher Albert Sims è nato il 21 ottobre 1942 a Washington D.C. . Ha ottenuto il Premio Nobel per l’Economia grazie a una serie di studi indipendenti con l’economista Thomas John Sargent.

Gli studi indipendenti, ma complementari, sono stati fatti su come i cambiamenti degli indicatori macroeconomici come il prodotto interno lordo (PIL), l’inflazione, gli investimenti e la disoccupazione interagiscono in modo casuale con gli “shock economici”, o con eventi inaspettati che hanno conseguenze economiche almeno a breve termine (Sims), e con la politica economica del governo a lungo termine (Sargent).

Sims ha frequentato l’Università di Harvard, conseguendo una laurea in matematica nel 1963 e un dottorato di ricerca in economia nel 1968. Dopo aver insegnato per tre anni ad Harvard, è entrato a far parte della facoltà di economia dell’Università del Minnesota. È rimasto in carica fino alla sua nomina nel 1990 presso la Henry Ford II professore di Economia all’Università di Yale. Nel 1999 ha lasciato Yale per la Princeton University, dove è stato professore di economia. In seguito ha ricoperto il ruolo di Harold H. Helm ’20 come professore di Economia.

Gli studi che gli hanno concesso il Premio del Nobel si è concentrato sul tracciamento degli effetti sull’economia in generale degli shock economici come un cambiamento nella politica economica del governo (ad esempio, un cambiamento del tasso di interesse di un prodotto primario), un aumento del prezzo del petrolio o un calo del consumo aggregato.

Sims ha sviluppato un metodo basato su uno strumento statistico chiamato auto regressione vettoriale per distinguere gli shock che si verificano come risultato di altri shock (ad esempio, una variazione del prime rate risultante da un aumento dell’inflazione) da quelli che si verificano indipendentemente. Gli shock indipendenti, detti shock fondamentali, possono poi essere interpretati utilizzando una tecnica chiamata analisi impulso-risposta per identificare i loro effetti nel tempo su vari indicatori macroeconomici.

Parte del significato dell’approccio di Sims è stato quello di fornire un mezzo per identificare i cambiamenti razionalmente attesi e razionalmente inaspettati della politica economica. In precedenza era difficile distinguere le due tipologie di cambiamenti sulla base delle variazione degli indicatori macroeconomici. In linea di principio potevano essere attribuiti o a un cambiamento inatteso di politica economica o a cambiamenti nel comportamento del settore privato intrapresi in previsione di un cambiamento di politica economica.

Christopher Albert Sims è stato autore di numerosi articoli accademici, di partecipazioni a libri e curatore della serie in due volumi "Advances in Econometrics: Sesto Congresso Mondiale" (1994).